Saturday, 10 April 2021  

Mission

Mission


Salone Europa è un Osservatorio indipendente che analizza il grado di coinvolgimento delle communità locali nel processo di edificazione  culturale dell'identità europea.

Per gestire un territorio, bisogna conoscere l'identità del territorio (la matrice identitaria primaria), insieme alle varie comunità locali che vi abitano.

Dal processo di osservazione sociale di un territorio locale vengono evidenziati molti indici (KPI Key Performance Indicators), fattori chiave (Key Factors) che permettono di misurare il grado di coinvolgimento tra cittadini e Amministrazione locale, delineando il modello sociale esistente.

I contenuti raccolti da un processo di osservazione culturale e sociale di un territorio locale sono molti come i dati strutturati "open data", i documenti, grafici, diagrammi, schede tecniche, foto, audio, video e molto altro ancora.

Lo scopo é quello di capire se le decisioni politiche rispecchiano le aspettative e le aspirazioni dei cittadini, evidenziando eventuali disallineamenti temporanei.

Risulta di fondamentale importanza capire, visto le turbolente dinamiche sociali che continuamente e costantemente plasmano la nostra società civile, se la governance attuale é competitiva e riesce a rimanere tale con gli altri territori locali.

Stiamo parlando del grado di attrattività di un territorio locale che deve essere in grado di attirare e coinvolgere e non allontanare e disperdere le migliori risorse.

Per questo motivo la rappresentazione e la percezione dell'identità di un territorio rappresenta una leva strategica per innescare quel necessario processo di innovazione sociale ed accelerazione economica lungo tutta la filiera sociale, creativa e produttiva.

L'ultimo progetto (info work package) realizzato da Joseph Caristena si chiama "Soundscape of Toronto".

 

 

Ecco il link del poster:

http://www.saloneuropa.it/AllCulturalProjects/SoundscapeToronto.pdf

Questo progetto é stato realizzato nel 2018 prima del Covid.

 

Ecco il link del mashup audio del progetto:

https://soundcloud.com/user-702856647/hal-cinderella

(A soundtrack mashup made by Joseph Caristena to describe the rite of transition of a city towards a future of AI algorithm based. The song Cinderella is from a Canadian artist living in St Clair Ave West Toronto Canada (a friend of mine)).

Molti altri progetti sono stati realizzati.

 

Gli Open Data, o dati aperti, sono dati accessibili a tutti, messi a disposizione da Pubbliche Amministrazioni o aziende private che possono essere riutilizzati per diversi scopi.

>>> Link Open Data

Dopo la raccolta, avviene la generazione di pacchetti informativi chiamati "Info Work Package".

Questi "Info Work Package" possono essere a loro volta aperti in un formato che si chiama

Work-Breakdown Structure (WBS).

In questo modo si segue una procedura corretta per scomporre un progetto in componenti di dettaglio maggiore .

La WBS è uno strumento utilizzato per la scomposizione analitica di un progetto in parti elementari.

Lo scopo è quello di organizzare il lavoro in elementi più facilmente gestibili e rendere meno complessa la comprensione del progetto, in modo da comunicare a tutti i soggetti coinvolti (stakeholder) le fasi e le attività da svolgere per il raggiungimento di un obiettivo.

Qualche lettore, avrà già capito, che siamo entrati dalla porta principale nel settore del "Project Management".

Joseph Caristena é un Esperto EU DG TAIEX che utilizza le tecniche e metodologie di project management a tutti i livelli (locale, regionale, nazionale ed internazionale).

 

Work Breakdown Structure è una espressione inglese che significa letteralmente struttura di scomposizione del lavoro e che quindi definisce la struttura analitica di progetto con l'elenco di tutte le attività previste.

In breve, il WBS è una rappresentazione gerarchica “ad albero” che rappresenta graficamente la scomposizione del lavoro da svolgere per costruire i prodotti e i deliverables di progetto(outputs).

 

Ogni elemento o macro attività della WBS è chiamato Work Breakdown Element (WBE). Al livello più basso della WBS  (all’ultimo livello di scomposizione) si identificano i Work Package meglio definiti “pacchetti di lavoro”.

 

Cosa sono output, outcome e benefici

OUTPUT (deliverable): tradotti anche come risultati, sono prodotti/servizi, che introducono qualcosa di nuovo (un cambiamento).

OUTCOME: il cambiamento introdotto dall’output porta ad un outcome, un risultato finale, che offre dei vantaggi diretti.

BENEFICI: il vero “perché” del progetto. I benefici sono i miglioramenti misurabili risultanti dal risultato finale o outcome.

 

L’individuazione delle Milestones

Le milestone sono traguardi o obiettivi intermedi che vengono individuati all’interno del progetto con lo scopo di monitorarne l’andamento.

Alcuni esempi potrebbero essere:

  • la fine del collaudo di un impianto elettrico

  • la firma di un contratto

  • etc.

L’individuazione dei traguardi delle milestone può essere rappresentato attraverso un diagramma di GANTT.

 

Caratteristiche di una milestone

Come detto, una milestone coincide con il raggiungimento di obiettivi di progetto.

  • Specific. Ogni milestone deve essere specifica nelle sue finalità. Ciò significa che deve essere chiaro ciò che è richiesto e chi lo deve fare. Le milestones che non sono specifiche sono vaghe, confuse e soggette ad essere annullate. Pertanto, ogni milestone deve chiaramente implicare specifiche azioni da parte dei soggetti coinvolti.

  • Measureable. Il raggiungimento di una milestone deve risultare misurabile e verificabile nei tempi e nei contenuti. Questo può essere fatto con delle checklist volte in particolare ad evidenziare quali e quante delle attività a monte della milestone sono state completate e quante ancora no.

  • Achievable. La milestone è effettivamente raggiungibile ? Questa è una domanda importante da porre. Se il traguardo è troppo grande o troppo contorto  allora è probabile non risulti raggiungibile. La chiave è quella di introdurre milestones che siano alla portata del team di progetto e vengano implicate azioni che sono facilmente comprensibili o parte di standard e prassi aziendali

  • Time Bound and Trackable. Come ogni altro obiettivo di progetto, una milestone deve risultare tracciabile in termini di tempo.

  • Assignable. Una milestone deve essere caratterizzata da un set specifico di azioni in modo da poter essere assegnata ad un responsabile che ne curerà l’attuazione o ne verificherà il completamento. Se le responsabilità sono troppo diffuse e non chiaramente definite il risultato sarà uno scarso presidio dell’effettivo conseguimento dei risultati attesi.

  • Progressive. Le milestones di un progetto dovrebbero seguire un un percorso lineare di progressione. Ciò significa che, completando una milestone, si dovrebbero creare le condizioni per completare la successiva. Una volta che una milestone è completata, dovrebbe essere finita al 100% e la prossima dovrebbe poi essere al 100% fattibile.

 

Differenza tra Deliverable e Milestones

Le Milestones (le pietre miliari) sono punti di controllo nel corso di un progetto e possono essere inserite in qualsiasi punto. Contrassegnano il completamento di un’attività importante. Le Milestones non hanno scadenze, ma sono semplicemente un modo per tenere traccia dei progressi del progetto.

 

Deliverable di progetto vs delivarable di processo

C’è ancora un’altra distinzione che bisogna fare quando si tratta di deliverable: deliverable di progetto vs deliverable di processo.

I "deliverables" sono una specifica tipologia di output che si prevede di realizzare e consegnare all’esterno del progetto (es. piano media e comunicazione, progetto formativo, rapporto finale di ricerca, sito internet, banca dati, brochure, linee guida, etc).

Non sono deliverables i procedimenti ed endoprocedimenti interni.

 

Bisogna conoscere anche le varie azioni promosse dai politici locali che hanno determinato una determinata scelta, le cui conseguenze ed effetti ricadranno per decenni sui cittadini.


Per questo motivo e per una serie di altre ragioni, l’incontro one-to-one (uno uno) tra il politico locale e il portatore di interessi, seppur ancora di grande attualità, appartiene alla preistoria ed é ben lontana da una vera democrazia moderna proiettata verso il 3 millennio.

La costruzione del consenso collettivo di una comunità locale deve coinvolgere tutti i cittadini che devono vivere intensamente ed emotivamente la genesi del processo evolutivo di tale consenso, sino alla sua approvazione finale.

La partecipazione di terze parti del mondo associativo, accademico e dei media ed altri, risulta di fondamentale importanza per generare "Trasparenza e Fiducia", attraverso azioni basate principalmente sui principi di etica morale e responsabilità sociale.

"I politici passano,
i cittadini rimangono con i loro problemi"

Quando non ci saranno più i primi, i secondi saranno almeno pronti a garantire la continuità delle azioni, garantendo un costante processo di evoluzione sociale.

Il coinvolgimento collettivo delle parti sociali serve per garantire sia la continuità delle azioni, ma anche per creare una coscienza ed intelligenza collettiva distribuita all'interno della comunità locale.

In questo modo, ogni gruppo sociale diviene depositario della memoria storica del processo decisionale delle varie azioni.

Le dinamiche turbolente dell'attuale contesto sociale, impone la necessità di ripensare le attività di relazioni istituzionali.

Tale ripensamento richiede un nuovo dialogo interculturale con i cittadini che  consenta di comprenderne in profondità le esigenze e di coinvolgerli fin dalle prime fasi embrionali della realizzazione di un progetto sociale.

 

Salone Europa promuove il "Fact Checking".

Con il termine "Fact Checking" si intende la verifica della veridicità delle informazioni e l'attendibilità delle dichiarazioni politiche, ma soprattutto delle affermazioni e dei dati riportati all’interno di un articolo giornalistico o più in generale in dichiarazioni pubbliche rilasciate su blog, portali web, social media, etc.

Il fact checking viene applicato in particolare alle informazioni fornite dai politici con l’obiettivo di scongiurare o smascherare dichiarazioni mendaci o comunque foriere di disinformazione.

Oggi, la rapida diffusione delle notizie, la reperibilità di fonti accreditate e l’accesso alla creazione e distribuzione di contenuti anche da parte di semplici cittadini e non solo degli addetti ai lavori ha ampliato il ricorso al fact checking.

>>> Ecco alcuni link di Fact Checking

 

 

Salone Europa offre un ambiente dinamico e stimolante per innescare quel necessario processo creativo di edificazione di nuovi modelli sociali.

Un processo che proviene dal basso (bottom-up) dove le comunità locali analizzano e rimuovono le criticità esistenti del loro contesto sociale, in modo da favorire e garantire un "normale" processo di sviluppo economico e sociale del loro territorio.

Uno spazio di "Co-Thinking" e "Co-Working" per la libera circolazione e condivisione delle idee e delle proposte progettuali.

 

>>> Take Action !

>>> Advocacy Actions !

 

Salone Europa promuove le metodologie ufficiali riconosciute dalla Commissione Europea come


"Evidence Based Policymaking"

e

"Data Driven Decision Process".

 

 

Inoltre, promuove anche i vari programmi di:

Citizen & Government Responsiveness, Social Innovation, Citizen Engagement, Community Building, Capacity Building e Open Data & Big Data Analysis.

 

Benvenuti in Salone Europa

Il Presidente

Joseph Caristena

 


 

Link utili:

Trattato di Maastricht

Cittadinanza dell'UE

Trattati dell'UE

Parlamento Europeo

 

 

 

 

 

 



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del sito non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio.
Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email a info@saloneuropa.it.
Saranno immediatamente rimossi.